catalogo » « indietro




Antropologia politica dell’Islam
Da‘wa e Jihad in Tunisia e nel Medio Oriente contemporaneo
di Domenico Copertino

Collana: Etnografie/Studi, 13
2017
pp. 312
ISBN 9788874705481








Una nuova prospettiva antropologica sull’Islam contemporaneo, quale emerge da una osservazione diretta dell’attivismo politico islamico.

DISPONIBILE eBOOK IN: formato PDF

(Potrai sempre toglierlo in seguito)
Disponibile in tre giorni € 17,00

PROFILO DELL’OPERA

L’antropologia culturale consente di osservare in modo specifico, attraverso i propri metodi e strumenti, il Medio Oriente contemporaneo e l’Islam. Questo libro affronta in chiave antropologica tematiche quali l’impegno politico-sociale in nome dell’Islam (il cosiddetto “islamismo”), il fondamentalismo, il jihad, le recenti rivoluzioni arabe. Esso apre alcune questioni: l’impegno politico-sociale in nome dell’Islam è un’attività politica o religiosa? Quali tradizioni scritturali o discorsive autorizzano tale impegno? Chi sono gli intellettuali che elaborano il quadro pratico-teorico nel quale si inscrive l’attività sociale e politica condotta sulla base dei valori islamici? L'autore prova a rispondere a tali domande a partire dall’esperienza etnografica svolta tra gli attivisti dell’islamismo contemporaneo in Tunisia e altrove. Emerge una nuova prospettiva antropologica sull’Islam contemporaneo, nella quale la lotta politica (al-jihad) e l’attivismo sociale (ad-da‘wa) sono considerati pratiche collegate a specifiche interpretazioni delle tradizioni islamiche classiche e moderne, locali e transnazionali.



AUTORE

Domenico Copertino
, antropologo (Università degli Studi di Milano-Bicocca; Institut de Recherche sur le Maghreb Contemporain, Tunisi), ha insegnato Antropologia culturale e Società e culture del Medio Oriente all’università e al liceo. Ha condotto ricerche etnografiche in Tunisia e in Siria, sui temi del patrimonio storico-culturale e delle politiche islamiche contemporanee. Tra le sue recenti pubblicazioni: The Tools of the Trade: Materiality of Architecture in the Patrimonialization of “Arab houses” in Damascus, in “Journal of Material Culture”, 19, 3, 2014; Returning and Improving the City: Ethnography in/of the Heritagescape in Damascus, in “Ethnologies”, 35, 2, 2013; Vivere in un luogo della memoria a Damasco, in P. Branca, M. Demichelis (a cura di), Memorie con-divise. Popoli, stati e nazioni nel mediterraneo e in medio oriente, Milano, Narcissus.me, 2013; Al-Medina al-Qadima of Damascus: Preservation of the Cultural Heritage, Representations of the Past, and the Production of a Valuable Space, in I. Maffi, R. Daher (eds.), The Politics & Practices of Cultural Heritage in the Middle East: Positioning the Material Past in Contemporary Societies, London, IB Tauris, 2013; Cantieri dell’immaginazione. Vita sociale e forme dello spazio in Medio Oriente, Roma, Cisu, 2010.


 








Pagina società cooperativa: via Rocco di Cillo, 6 - 70131 - Bari - tel e fax 080 5031628 - p.iva 05632140728
pubblicità | privacy | sito ottimizzato in 800 x 600 | copyright 2017